L M M G V S D
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
 
 
 
 
 
Add to calendar

Accesso utente

Nautica "green" al Monaco Yacht Show: Gruppo Rina premia la sostenibilità

Innovazione, ambiente, efficienza energetica sono le parole chiave che possono descrivere l’edizione 2013 del Salone Nautico di Monaco (che si conclude domani), che anche quest’anno si distingue per la particolare attenzione nei confronti della sostenibilità ambientale.
In occasione dell’evento, il Rina ha assegnato la notazione addizionale di classe “Hybrid Propulsion” al moto yacht Columbus Sport Hybrid dei Cantieri Palumbo, il primo 40 metri dotato di propulsione ibrida. La nuova notazione addizionale di classe vuole regolamentare l’installazione e il controllo della motorizzazione termoelettrica, sistema in grado di incrementare le performance ambientali ed energetiche dell'imbarcazione.
Come ormai da tradizione consolidata, anche quest’anno il Rina premierà gli yacht che nel corso dell’anno hanno ottenuto la notazione addizionale di classe Green Plus, simbolo internazionalmente riconosciuto di impegno nella tutela dell’ambiente attraverso soluzioni costruttive e impiantistiche a basso impatto. In questa edizione del Monaco Yacht Show, sono state sei le imbarcazioni che hanno meritato il riconoscimento Green Plus: il 72 metri Stella Maris di VSY, il 55 metri Ocean Paradise di Benetti, il 49 metri Param Jamuna IV di Rossinavi, il 46 metri Ancallia, refittato da Nomikos, il 40 metri Columbus Sport Hybrid dei Cantieri Palumbo e il 40 metri Cacos V di Tecnomar.
Quest’anno sono state premiate anche la Stella Maris di VSY e la Columbus Sport Hybrid dei Cantieri Palumbo con la Green Plus Platinum, massimo riconoscimento della notazione. Tra i parametri di valutazione contemplati per l’assegnazione della notazione Green Plus è stato recentemente inserito un nuovo criterio che riguarda più direttamente il cantiere di costruzione dello yacht. Si tratta del “Wood Forever Pact”, promosso dalla Prince Albert II of Monaco Foundation, attiva nel campo dello sviluppo sostenibile e protezione dell’ambiente. Il cantiere membro si impegna in una politica di acquisto responsabile del legno per la costruzione di yacht utilizzando una politica di tracciabilità dei materiali, e contribuiendo così alla lotta contro la deforestazione e alla difesa delle comunità indigene.
Tramite un accordo di collaborazione tra la Fondazione e il Rina, agli yacht costruiti da un cantiere membro del Wood Forever Pact sarà assegnato un punteggio addizionale per il raggiungimento della Green Plus.
Sul fronte degli yacht a vela, si è conclusa la fase di sviluppo dei regolamenti Rina per la certificazione dell’alberatura e del sartiame, in linea con i requisiti del codice MCA LY3: i risultati del software utilizzato per il calcolo diretto del sistema velico sono stati validati da una campagna di raccolta dati mai effettuata prima. Su due yacht del cantiere Southern Wind, Windfall e Hevea, sono stati installati dei sensori che hanno registrato le accelerazioni durante 7000 NM da Cape Town a Genova fornendo risultati di estremo interesse per la progettazione delle alberature.

27/09/2013 - 11:45

La Rivista

Febbraio 2014
BJ Liguria in edicola
Sei fuori Genova? Trova l’edicola più vicina Abbonati subito a BJ! Acquista online
.